Pianificazione territoriale

Ai sensi dell'art. 1 della Lr 1/2005, al fine di promuovere lo sviluppo sostenibile, la Provincia persegue, nell'esercizio delle funzioni ad essa attribuite dalal legge medesima:
a) la conservazione, la valorizzazione e la gestione delle risorse territoriali ed ambientali, promuovendo, al contempo, la valorizzazione delle potenzialità e delle tendenze locali allo sviluppo;
b) lo sviluppo di un sistema di città equilibrato e policentrico, promuovendo altresì la massima integrazione tra i diversi territori;
c) lo sviluppo delle potenzialità della montagna, della fascia costiera e delle aree agricole nel rispetto delle esigenze di tutela ambientale ad esse peculiari;
d) l'efficacia dei sistemi dei servizi pubblici e lo sviluppo delle prestazioni da essi derivanti;
e) la maggiore sicurezza possibile delle persone e dei beni rispetto ai fattori di rischio connessi all'utilizzazione del territorio;
f) una qualità insediativa ed edilizia sostenibile che garantisca:
1) la riduzione dei consumi energetici;
2) la salvaguardia dell'ambiente naturale;
3) la sanità ed il benessere dei fruitori;
4) l'eliminazione delle barriere architettoniche;
5) l'organizzazione degli spazi che salvaguardino il diritto all'autodeterminazione delle scelte.
Per delineare la strategia dello sviluppo territoriale la Provincia approva il Piano Territoriale di Coordinamento determinando i livelli prestazionali minimi delle risorse essenziali di interesse sovracomunale, promuovendo lo sviluppo sostenibile del territorio di propria competenza, anche attraverso l'esercizio integrato delle funzioni ad esse attribuite in materia di gestione territoriale e ambientale (art. 1 Lr 1/2005).

Ufficio competente: Pianificazione territoriale e dei paesaggi